A Tucson, in Arizona, un collettivo di artisti ha trasformato gli aerei dismessi in opere d'arte.
Gli ideatori del Boneyard Project (Eric Firestone, Carlo McCormick e Medvin Sobioa) che ha trovato spazio all'interno del Pima Air and Space Museum, hanno fatto un incredibile restyling a questi monumenti del design industriale.

Tra gli street artists che hanno dato nuova vita a questi aeroplani “a pezzi” ci sono il brasiliano Nunca, il californiano Retna e il famoso belga ROA.

Gli street artists hanno un sacco di risorse. In genere utilizzano tutto ciò che è a portata di mano per creare opere d'arte site-specific. In quest’occasione i loro muri sono stati gli aerei militari rottamati.

L’artista Andrew Schoultz decorando la fusoliera del suo aereo carcassa, ha detto "mi sentivo come se stessi facendo qualcosa di top-secret, qualcosa di veramente speciale".

Il progetto Boneyard rappresenta inoltre una possibilità di esaminare il nostro rapporto culturale con l’archetipo del viaggio attraverso i cieli.
Quando si tratta di sogni, l’uomo, da Icaro in poi,  ha sempre desiderato e immaginato di volare e le arti visive, come espressione primaria dei nostri impulsi visionari, hanno sempre avuto una fascinazione particolare per il volo, fin dai disegni di Leonardo Da Vinci passando per i fratelli Wright e arrivando poi alle navicelle spaziali.

In una cultura dove l'obsolescenza è parte integrante di un sistema di valori più o meno “accettato”, l'idea stessa che nel deserto ci sia questo meraviglioso cimitero di aerei deve spingere le nuove generazioni di creatori e pensatori a riciclare e a ri-immaginare un ingegneria più sostenibile.

#streetart

The Boneyard Project

The Boneyard Project

The Boneyard Project 

The Boneyard Project 

The Boneyard Project 

The Boneyard Project 

Pot-Pourri: Urban Art