Art in Ad Places è un servizio pubblico che sostituisce la pubblicità outdoor con opere d'arte. Art in Ad Places è un gruppo di artisti che installa i propri lavori presso le cabine telefoniche di tutta New York City.

CREDO:
La pubblicità esterna è inquinamento visivo.
La pubblicità esterna può essere psicologicamente dannosa.
La pubblicità esterna viene lanciata sugli spettatori senza il loro consenso.
La pubblicità esterna marca i luoghi sottoutilizzati con altri messaggi.

Questo collettivo di artisti, curatori e appassionati, vuole combattere contro l'onnipresenza della pubblicità offrendo una visione alternativa dell’ambiente pubblico.

Finanziato da utenti anonimi e in linea con il modus operandi di Brandalism (un movimento anti-pubblicità nato a Londra nel 2012) e The Billboard Creative (un'organizzazione senza scopo di lucro che rileva gli spazi pubblicitari inutilizzati nelle strade di Los Angeles per creare mostre effimere), il progetto Art in Ad Places dal momento del suo lancio a gennaio 2017, ha installato un’opera a settimana, una campagna di 52 settimane.

Ora che un anno è passato, viene da chiedersi: THE END, OR A NEXT STEP?

#streetart #asocial

Stop Telling Women to Smile by Tatyana Fazlalizadeh (photo by Luna Park)

Blue Lady by Parker Day (photo by Luna Park)

artwork by For Freedoms with Hank Willis Thomas (photo by Luna Park)

No Future by Shepard Fairey (photo by Luna Park)

original photo by Martha Cooper - installation photo by Luna Park

My Ad is No Ad - by John Fekner (photo by Luna Park)

 

Pot-Pourri: Urban Art