Figura importante nello sviluppo della xilografia moderna, Félix Edouard Vallotton (1865-1925) è stato un pittore e incisore franco/svizzero associato al gruppo Les Nabis.

Nasce a Losanna in una famiglia conservatrice di classe media. Nel 1882 si trasferisce a Parigi per studiare arte. Trascorre molte ore al Louvre, dove ammira le opere di Holbein, Dürer e Ingres: artisti che sarebbero rimasti esemplari per tutta la sua vita.

I primi dipinti di Vallotton, principalmente ritratti, sono saldamente radicati nella tradizione accademica.

Nel 1891 esegue la sua prima incisione su legno, un ritratto di Paul Verlaine. Le molte xilografie che produce durante questo periodo sono state riconosciute come innovative e lo hanno celebrato come leader della rinascita della xilografia come medium artistico.

Nel mondo occidentale la stampa in rilievo, sotto forma di incisione commerciale su legno, era stata a lungo utilizzata principalmente come mezzo per riprodurre accuratamente immagini disegnate o dipinte e, da ultimo, fotografie.

Vallotton è influenzato dal post-impressionismo, dal simbolismo e, come molti artisti della sua era, è appassionato di xilografia giapponese.
Di solito raffigura i tipi piuttosto che gli individui. Tra i soggetti delle sue xilografie ci sono scene domestiche, donne al mare e diverse immagini di folle e manifestazioni di strada, in particolare scene di polizia che attacca gli anarchici.

L'arte grafica di Vallotton raggiunge il suo massimo sviluppo in Intimités (Intimacies), una serie di dieci interni che affronta le tensioni tra uomo e donna. Le xilografie di Vallotton vengono diffuse in periodici e libri in Europa e negli Stati Uniti e hanno influenzato significativamente l'arte di Edvard Munch e Ernst Ludwig Kirchner.

Nel 1892 si affilia a Les Nabis, un gruppo di giovani artisti che comprende Pierre Bonnard e Édouard Vuillard, con i quali stringe un'amicizia che durerà per tutta la vita. Ora che Vallotton è strettamente alleato con le avanguardie, i suoi dipinti riflettono lo stile delle sue xilografie, con aree piatte di colore, bordi taglienti e semplificazione dei dettagli. Un esempio di questa fase è il dipinto Le Bain au soir d'été, bagnanti volutamente imbarazzate in una serata estiva.

Sul finire del secolo la sua attività di incisore diminuisce mentre si concentra di più sulla pittura, sviluppando un realismo sobrio, spesso amaro. Il ritratto di Gertrude Stein (1907) viene concepito apparentemente in risposta al dipinto che Picasso aveva fatto alla scrittrice americana l’anno precedente. Nel romanzo “Autobiografia di Alice Toklas” Stein descrive il modo molto metodico in cui Vallotton lo realizza, lavorando dall'alto verso il basso come se volesse abbassare una tenda attraverso la tela.

I dipinti del periodo post-Nabis trovano ammiratori per la loro veridicità e le loro qualità tecniche, ma la severità del suo stile viene spesso criticata. Sul numero di Neue Zürcher Zeitung del 23 marzo 1910, si legge che Vallotton “dipinge come un poliziotto, come qualcuno il cui compito è catturare forme e colori. Tutto cigola con un'intollerabile aridità. I colori mancano di ogni gioia”.

Col suo carattere intransigente, la sua arte in realtà prefigura la Nuova Oggettività che fiorisce in Germania durante gli anni '20 e ha un ulteriore parallelo nel lavoro di Edward Hopper.

Félix Vallotton inoltre scrive articoli di critica d'arte, otto opere teatrali e tre romanzi, tra cui La Vie meurtrière (La vita omicida), semi-autobiografico e pubblicato postumo.

Nel 1915-16, per la prima volta dal 1901, torna al medium della xilografia per esprimere i suoi sentimenti per il suo paese di adozione nella serie C'est la guerre, le sue ultime stampe.

Negli ultimi anni si concentra soprattutto sulle nature morte e sui paesaggi compositi.

Félix Vallotton è stato un artista prolifico che al termine della della sua vita ha completato oltre 1700 dipinti e circa 200 stampe, oltre a centinaia di disegni e diverse sculture.

#MostriSacri #arte #historia

La blanche et la noire, 1913

La Malade - Hélène Chatenay, 1892

The Anarchist, 1892

Femme avec un poudrier, c.1910

La Liseuse, 1922

Le Bain au soir d'été (Das Bad, Sommerabend), 1892-1893

 

 

Pot-Pourri: Arte Contemporanea