Cartasia, la Biennale dedicata alla carta è un festival di arte contemporanea che rappresenta anche un’occasione per discutere di eco-sostenibilità.

La carta è il materiale più duttile che esiste soprattutto per gli artisti che attraverso il riciclo creativo le danno una nuova vita.

Dal 31 luglio al 10 settembre Lucca diventa la capitale della paper art.

La Biennale è ideata e organizzata da Metropolis, associazione culturale che promuove iniziative legate all’arte e alla musica.
Tanti i paper artist e i designer che esporranno le loro creazioni tra il Palazzo Ducale e il centro della cittadina toscana.

Tra gli artisti scelti ci saranno Micheal Stutz, famoso per sculture monumentali ad intreccio, il surrealista Mykl Wells e la canadese Laurence Vallieres con la sua fauna di carta che sembra uscita dal film the “Planet of the Apes - Il pianeta delle scimmie” alla conquista del mondo umano.

Confini e Prospettive è il tema scelto per l'edizione 2016 di Cartasia: precarie e leggere ma al tempo stesso cariche di un fascino che sembra non avere paura dell’azione del tempo sono le ecologiche e maestose sculture di carta che per più di un mese invaderanno il centro storico di Lucca.

Quattrocento artisti, otto sculture monumentali outdoor, 70 opere d’arte indoor.

La vera novità di questa edizione è la sezione dedicata al design e all’architettura. Alla “Cavallerizza”, struttura recuperata da pochi mesi, arriveranno ricercatori e professionisti dei due settori dediti all’ideazione e progettazione di oggetti e strutture in carta e cartone da poter utilizzare nella vita di tutti i giorni.

#scultura #RiCiclo #arte

Going Ape - Laurence Vallières’s sculpture

Monkey Snack - Laurence Vallières’s sculpture

A Poisonous Green Heart - Mykl Wells’s sculpture

Snowdrop, Mykl Wells’s sculpture - winner of Cartasia 2012

Micheal Stutz’s sculpture

Micheal Stutz’s sculpture

Pot-Pourri: Agenda Mostre