Gola Hundun, Francisco Bosoletti, Alex Senna, Nespoon e Maria Pia Picozza, oltre ad AliCè, sono gli artisti intervenuti alla seconda edizione di CVTà – Street Fest, l’evento dedicato all’arte urbana nell’antico borgo molisano di Civitacampomarano.

Quello dello scorso anno (2016) è stato un successo che non era sfuggito alla redazione, che ne aveva scritto a proposito di Alice Pasquini (alla direzione artistica di entrambe le edizioni) e Web 0.0 - il progetto che Biancoshock ha dedicato al paese di Vincenzo Cuoco.

Una manifestazione all’insegna della speranza, nel tentativo di contrastare lo spopolamento del piccolo paese che oltre ad invecchiare, continua a far fronte a una serie di problemi gravi e preoccupanti che esigono soluzioni urgenti: prima il terremoto e poi un’implacabile frana hanno compromesso seriamente la possibilità stessa di abitare alcune parti del paese: muri crepati, strade spaccate, case lesionate, tutte difficoltà che non fermano l’ambizioso sogno di salvare il paese attraverso l’arte.

R-esistere è diventata la vera sfida e perciò è stata attivata la campagna di raccolta fondi “HELP CIVITA” per salvare un patrimonio che oggi include anche le opere nate dal CVTà Street Fest.

#streetart

CVTà Street Fest 2017 - Francisco Bosoletti

CVTà Street Fest 2017 - installazione di Maria Pia Picozza

CVTà Street Fest 2017 - Alice Pasquini

CVTà Street Fest 2017 - Nespoon

CVTà Street Fest 2017 - Alex Senna

CVTà Street Fest 2017 - Gola Hundun

Pot-Pourri: Urban Art