L'anima ti fa star male finché non ottiene quello che vuole.
James Hillman

Viviamo in un mondo in cui sempre più persone sono insoddisfatte, e non solo, sentono che il loro malessere non ha significato e che la vita stessa non ha significato.

Uno dei motivi principali per cui tante persone sono inquiete è perché pensano - seguendo l'opinione socio-culturale dominante - di dover cercare la felicità a tutti i costi e che tristezza e malinconia non sono solo cose da evitare sempre, ma determinano la propria inadeguatezza o fallimento.

Le parole di uno dei più grandi maestri buddisti del ventesimo secolo, Chögyam Trungpa, arrivano come una ventata di aria fresca: “la malinconia è l'energia più dignitosa che esista”. Dal punto di vista buddista, il mondo in cui viviamo - samsara - ha la condizione strutturale di essere insoddisfacente, poiché desideriamo essere felici in un mondo impermanente (dove la norma è la morte, la vecchiaia e la malattia). Quindi, la malinconia è un modo di percepire questa realtà alquanto abietta in cui viviamo, guardare le cose come sono senza illuderci di poter avere una felicità duratura perseguendo i nostri desideri personali. D'altra parte, secondo Trungpa, nella malinconia c'è una certa forza o energia che può essere usata per risvegliarsi, per cambiare questo stato e raggiungere lo stato di liberazione dal mondo, condizionato da questa dinamica della sofferenza.

La malinconia può essere il primo passo per trasformare questa energia di insoddisfazione insita nella saggezza, capendo e accettando che il mondo samsarico è “deprimente” e che non c'è via d'uscita se non rinunciando al samsara stesso. In altre parole, la malinconia può essere il motore di un vero cambiamento, oltre l'edonismo e la frivolezza.

Trungpa scrive:
La malinconia è un'energia molto potente, una delle energie più comuni che esistono. La malinconia è come un serbatoio di ossigeno ancora imbottigliato. È una fantastica banca di energia, molto più della rabbia o della passione, che in un certo senso sono più superficiali, mentre la malinconia è l'energia più dignitosa di tutte.

Nella malinconia succedono tante cose intelligenti. Fondamentalmente la malinconia è straordinariamente interessante ed è uno stato d’animo nobile.

La malinconia è la conferma della profondità del nostro essere.

#ChiccadellaRedazione #filosofeggiando

Intervento di street art di Michael Pederson ALIAS Miguel Marquez Outside

Tecidos - Victor Nunes creation

NULLA COSMICO: site specific installation for Diaccialone 2016 by Collettivo artistico SBAGLIATO

Dream to Fly - fotografia di Maria Frodl

Expand your Comfort Zone - illustrazione di Davide Bonazzi

Fotografia di Francesco Minucci (serie Play)

 

Pot-Pourri: Irregolari