Per maestri ho avuto i miei occhi.
Michelangelo Antonioni

Quando nell’arte si parla di tendenza iperrealista e fotorealistica, ci si riferisce a quegli incredibili dipinti che sembrano fotografie vere e proprie. Ma troviamo anche il caso opposto, cioè foto che sembrano dipinti; immagini miracolose che sembrano quasi mentire, che fanno dubitare che le cose ritratte esistano per davvero.

La fotografia a volte non si accontenta del puro realismo, ma vuole aggiungerci un quid che trascende l’oggettività. L'aspetto pittorico che certe foto hanno conferisce loro una dimensione altra, più profonda e misteriosa.

#ChiccadellaRedazione #fotografia

Foto del giorno scelta dal National Geographic alcuni anni fa. Questa immagine di un complesso residenziale in Messico porta la firma di Oscar Ruiz. “Qualche anno fa, quando lavoravo come pilota di elicottero per una stazione radio locale, dovevamo volare in giro per tutta la città a caccia di notizie. Ricordo di aver volato sull’autostrada che collega Città del Messico con il vicino stato di Puebla e, sulla via del ritorno, questo complesso di case che sembrava dover continuare all’infinito ha catturato la mia attenzione. Ho deciso di tornarci per osservare da vicino quello che in seguito ho scoperto essere il complesso di San Buenaventura, di recente costruzione, che si trova a Ixtapaluca, nella periferia orientale di Città del Messico.

André Ermolaev è l’autore di questa immagine impressionante: uno scatto aereo dei fiumi vulcanici islandesi, una combinazione inesprimibile di colori, linee e motivi.
"L'Islanda è un paese meraviglioso; direi addirittura che è un vero paradiso per tutti gli amanti dello shooting”.
La foto rappresenta la bocca di un fiume che cade nell'oceano. La sabbia è di un nero maestoso. Un pò più a monte c'è un ruscello che scorre nel fiume, ma le correnti giallo-arancio non riescono a mescolarsi con il flusso principale dell'acqua.

Frans Lanting è l'autore di questa immagine realizzata nel deserto del Namib. Alberi di acacia delle giraffe illuminati dai primi raggi del sole e il terreno blu illuminato dal colore del cielo che vi si riflette: un'immagine spettacolare sulla quale, forse, non avremmo dubbi sul fatto che si tratta di un dipinto. Ma no, è una fotografia.

Il fotografo californiano David Orias è dietro una serie di fotografie che sembrano molto simili a dipinti ad olio. Orias utilizza lunghe esposizioni e un teleobiettivo per catturare le onde. Dichiara: "la California del Sud ha la sua stagione di incendi e questo a volte crea effetti di luce arancione mentre la luce del sole viene filtrata e dispersa dalle particelle di fumo. Ciò provoca delle condizioni fisiche insolite e non realistiche.

Non sembra che quest'uomo stia remando in un lago pieno di vernice? Non sembra quest’immagine una tela dipinta con i colori blu cielo e verde?
Questa in realtà è una fotografia di un lago fortemente inquinato nella provincia di Anhui, a Taiwan. Lo scatto è di Jianan Yu.

Still Waters, 1994 (serie The Iris Prints realizzata da Barbara Cole)
Mi sono innamorata delle pellicole Polaroid alla fine del 1987. Ho fatto esperimenti con la macchina fotografica Polaroid Spectra e le luci al tungsteno: ho adorato lo stato d'animo che i colori caldi e cremosi delle foto evocavano.
Verso la fine del 1993 mi sono imbattuta in un meraviglioso dipinto di Lucian Freud: un uomo corpulento, seduto sul pavimento, raffigurato da dietro. Ho sentito una connessione forte e immediata con la semplicità delle linee e la qualità della luce. L'immagine ha cominciato a perseguitarmi. Sembrava tagliare il confine tra pittura e fotografia. Ho iniziato a riesaminare il mio approccio alla ritrattistica figurativa.

 

Un amico alcuni anni prima mi aveva regalato una macchina Polaroid SX-70. Dopo un pò di ricerche, ho trovato qualcuno in grado di adattare la SX-70 al mio studio e alle mie tecniche. Quindi, ho attentamente manipolato l'immagine alla superficie per aggiungere dimensione e introdurre una qualità pittorica che ho subito amato. Ahimè, ora i prodotti Polaroid sono fuori mercato. Sono così grata di aver potuto sperimentare la magia Polaroid quando potevo!

 

Pot-Pourri: Fotografia