Yigal Ozeri (classe 1958) è un pittore israeliano, tra i più notevoli rappresentanti del fotorealismo del XXI secolo, tanto che Louis K. Meisel - il gallerista e collezionista americano che nel 1969 ha coniato il termine Photorealism - ha dedicato a un suo lavoro la copertina di Photorealism in the Digital Age, libro pubblicato nel 2013.

Nato a Tel Aviv, Ozeri vive e lavora a New York.
Trasferire immagini dalla Realtà alla Rappresentazione della realtà su tela: è questo il principio del Fotorealismo fin dagli anni ‘70 e Ozeri è tra i pittori figurativi degli ultimi trent’anni che con maggiore originalità realizza tale principio.

Donne e Natura formano il binomio a cui Ozeri dedica la sua abilità tecnica, a cui aggiunge sempre un pizzico di immaginazione.

Le sue figure femminili sono sempre immerse in paesaggi naturali: mare, foreste e campi di grano, scorci innevati o illuminati dal bagliore del sole.
Olga, Zuzanna, Rony, Priscilla sono tra le giovani donne che Ozeri trasferisce - da video o fotografie - nei suoi dipinti a olio di grandi dimensioni, con sorprendente minuzia di dettagli.

Nell’inverno del 2010, Ozeri ha ritratto Lizzie Jagger, la figlia dello storico frontman dei Rolling Stones, a Central Park: la neve sui rami degli alberi, i capelli fluenti e il fumo della sigaretta rendono le immagini dipinte difficilmente distinguibili dagli scatti che le hanno ispirate.

Ozeri espone i suoi lavori a livello internazionale.
Molti dei suoi dipinti sono presenti in prestigiose collezioni in tutto il mondo.

#pitturaaolio

Untitled; Lizzie Smoking, 2010

Untitled; Megan and Olga in the Park, 2013

Untitled; Priscilla in the Park, 2010 (Genesis)

Untitled; Olya, 2014 (Fiction of Distance)

Untitled; Lizzi in the snow, 2010

Untitled; Territory, 2013

Pot-Pourri: Arte Contemporanea