Il Museo della Storia di Bologna celebra l’avventuriero con l’orecchino e le basette lunghe creato da Hugo Pratt. Quattrocento immagini tra disegni, acquerelli, chine e riviste a celebrare il personaggio più famoso del disegnatore e scrittore riminese, a 50 anni dalla sua 'nascita'.
Dal titolo "Hugo Pratt e Corto Maltese - 50 anni di viaggi nel mito", la mostra apre a Palazzo Pepoli il 4 novembre 2016 (fino al 19 marzo 2017).

 

Corto Maltese, marinaio degli inizi del Novecento (il cui nome, come dichiarò Pratt, appartiene all’argot andaluso e significa “svelto di mano”) fa la sua prima apparizione sulla rivista Sgt. Kirk nel 1967 conUna ballata del mare salato”, la storia di esordio originariamente in bianco e nero e poi arricchita da una gradevole campitura arancio (dal 1971, quando il fumetto sarà pubblicato a puntate sulle pagine del Corriere dei Piccoli).

 

Nato a La Valletta, l’immortale personaggio, alter ego del suo autore, è protagonista di storie complesse e affascinanti, un mix di storia e fantasia in cui la magia e la potenza dei sogni fanno da sfondo a disegni accattivanti e moderni: un fumetto rivoluzionario, amato e profondamente apprezzato anche da un pubblico adulto e di intellettuali (tra gli altri Umberto Eco, Woody Allen e Paolo Conte).

 

Diventato il patrono della città di Concarneau, nella Bretagna Francese, Corto Maltese è stato omaggiato anche dal cinema, in film come Batman di Tim Burton e Hannah e le sue sorelle di Woody Allen.

 

A lui è legata la fama di Hugo Pratt, ancora oggi riconosciuto come uno dei maggiori autori di fumetti di sempre.

Nominato “Cavaliere delle arti e delle lettere” dal ministro della cultura francese Jack Lang, le sue tavole sono state esposte in numerosi musei in occasione di mostre pubbliche dedicate alla sua opera (Parigi, Cordoba, Buenos Aires, Roma, Venezia, Milano e Siena).

 

#fumetto

 

Corto Maltese - Hugo Pratt

Come la bianca ala dell’albatros sul monotono respiro del Pacifico, così, vagabonda per vagare, va la vela del vero marinaio: così Hugo Pratt consegna all’ultimo disegno di “Una ballata del mare salato” il senso di vagabondare di Corto Maltese. 

Corto Maltese - Hugo Pratt

Corto Maltese - Hugo Pratt

Corto Maltese - Hugo Pratt

Corto Maltese - Hugo Pratt

Corto Maltese - Hugo Pratt

Pot-Pourri: Agenda Mostre