Acronimo di Arthur-Louis Ignoré, ALI è un giovane artista francese che realizza mandala on the road.

La scelta del mandala come soggetto predominante del suo lavoro, poco o niente ha a che fare col suo significato più profondo; piuttosto dipende dalla sfida di voler mettere a confronto un simbolo tradizionale che rappresenta l’universo, con una forma artistica contemporanea.

Fino al suo trasferimento a Rennes, ALI conosce molto poco dell’arte di strada. A parte i Gouzous, le faccine gialle senza volto di Jace, sui muri di Mayotte (dove vive parte dell’infanzia), scopre in Internet il lavoro di Swoon, Roa e Vhils.

E’ a Rennes - dove vive tuttora - che ALI studia e si forma artisticamente.
Dipinge il suo primo mandala sulla strada che ogni giorno percorre per andare al college.
Si appassiona di Land art e Snow art, esplorando nuove forme di espressione: non solo vernici, ma anche foglie, petali e rami ispirano i suoi lavori.

ALI non ha l'abitudine di preparare schizzi dei mandala che realizzerà: il luogo scelto e l’immaginazione danno forma e dimensione alla creazione finale, risultato di un processo, istintivo da un lato, paziente e meticoloso dall’altro. ALI infatti definisce il suo lavoro al limite tra arte e artigianato: realizza a mano libera e senza riferimenti i suoi mandala dall'estetica poetica e molto complessa, fatta di contrasti tra bianco e nero, pieno e vuoto.

Forse non è casuale la sua passione per i film di Wong Kar-wai, in cui sono protagoniste le relazioni umane e la ricerca di una propria dimensione: esattamente il senso attribuito al suo lavoro nell’universo dell'arte urbana.

#streetart #effimerismo

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

I mandala urbani di Arthur-Louis Ignoré alias ALI

Pot-Pourri: Urban Art