Con la prima fase del progetto Save the Bees, lo street artist Louis Masai Michel ha popolato le strade di East London.
Ha cominciato a dipingere ritratti commoventi di api (sole e di grandi dimensioni o meticolosamente dettagliate in sciami) di ritorno da un viaggio in Africa.
I suoi murales sono accompagnati da frasi che mettono in guardia sul pericolo di estinzione di questi meravigliosi insetti impollinatori.

Ciascun murale porta sempre l’hashtag SavetheBees, così la gente può facilmente intercettare le altre sue creazioni.
La grande popolarità dei suoi murales ha permesso infatti all'artista di diffondere la sua parola anche a Bristol, Devon, a New York, Miami e New Orleans. Gli abitanti di queste città possono godere della sua arte, e, ancora più importante, sensibilizzarsi sulla Sindrome dello Spopolamento degli Alveari (in inglese CCD, ovvero Colony Collapse Disorder), un fenomeno ancora poco conosciuto per il quale le colonie di api periscono bruscamente.

La sindrome è stata riscontrata per la prima volta nelle popolazioni di api del Nord America alla fine del 2006.

Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo rimarrebbero solo quattro anni di vita”. Questa sentenza attribuita ad Albert Einstein, ribadisce qualcosa che ha ormai evidenza scientifica: il numero delle api da miele in tutti i Paesi occidentali sta drasticamente diminuendo negli ultimi anni e i pesticidi sono tra i principali imputati (alcune teorie parlano di stress dovuto ai cambiamenti ambientali: malnutrizione e radiazioni da telefoni cellulari o altri dispositivi creati dall'uomo).

Un’arte urbana a forte connotazione ambientalista: Michel ha in programma di continuare la serie, come una seconda fase di avvertimento

#streetart #green

Save the Bees Project

Save the Bees Project

Save the Bees Project

Save the Bees Project

Save the Bees Project

Save the Bees Project

Pot-Pourri: Urban Art