Trina Merry è una body painter che utilizza spesso la sua creatività per richiamare l’attenzione sull’importanza dell’Arte e su iniziative sociali e politiche che rischiano di passare in sordina.

Tra i suoi numerosi progetti spicca Lust of Currency, realizzato lo scorso anno (2017) per mostrare il suo disappunto alla politica di Trump in merito ai finanziamenti artistici e in particolare all’eliminazione - ipotizzata dal presidente con il bilancio 2018 - del NEA, il National Endowment for the Arts, il Sovvenzionamento Nazionale per le Arti e la Ricerca, nato nel 1965 con lo scopo di sostenere la produzione culturale di artisti, musicisti, scrittori e studiosi.
Indubbiamente il presidente non condivide lo slogan del NEA: "Because a great country deserves great art" - letteralmente: Perché un gran paese merita una grande arte!

Artista del camouflage, Trina Merry sovrappone a gigantografie di opere d’arte famosissime e costosissime, uno o più modelli perfettamente mimetizzati con il dipinto. Il titolo che attribuisce al “rinnovato” capolavoro è il costo dell’opera d’arte originale: una provocazione che - partendo dalla proposta del “presidente milionario” di voler tagliare il NEA - pone una serie di quesiti intorno al valore dell’Arte, al suo mercato (considerando che recentemente un pezzo di Basquiat è stato venduto a 110,5 milioni di dollari) e a tutte le implicazioni che Internet ha su tali questioni.

Trina Merry accende i riflettori anche su “Beyond the Four Walls”, un’organizzazione no-profit che sostiene l'istruzione delle donne nelle zone rurali del Nepal e per l’occasione ha dipinto i corpi di diciassette agili performers - tra ballerini e acrobati - realizzando un tempio vivente e mostrando così la sua sensibilità per l’emancipazione femminile.

Trina Merry con la sua arte è sempre in giro per il mondo a immortalare luoghi famosi e caratteristici, opere architettoniche e siti archeologici: in Irlanda, nel Regno Unito, a New York o a Firenze, ha trasformato i corpi di numerose modelle in ponti, torri, grattacieli e palazzi, ma soprattutto nella serie Lost in Wonder ha mimetizzato un suo modello con diverse Meraviglie del Mondo, da Petra al Colosseo, dalla grande muraglia cinese all’isola di Pasqua.

#BodyArt #TMerry

$150,000,000 - Masterpiece di Roy Lichtenstein, 1962

Great Wall of China - serie Lost in Wonder, 2015

$179,400,00 - Les Femmes d'Alger (Version O) di Pablo Picasso, 1955

Petra, Jordan - serie Lost in Wonder, 2015

Human Temple, 2013

$135,000,000 - Ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt, 1907

Pot-Pourri: Arte Contemporanea