Giovani donne tra lenzuola sfatte e in pose sensuali sembrano cristallizzate in un limbo senza tempo. Nudi femminili si nutrono di una grazia angelica che suggerisce un confronto tra il realismo sorprendente e l’erotismo delicato, mai esplicitato.

Sono le tele dipinte a olio da Sergei Marshennikov, pittore russo classe 1971.

Ritratti iperrealistici dai colori pastello per i ricami complessi e le stoffe dalle trame moderne che attorniano le carni delle modelle.

Sergei Marshennikov si è formato in una delle più prestigiose accademie di arte nel mondo, la Repin Academy of Fine Art di San Pietroburgo.
Le sue opere sono esposte in musei prestigiosi e presenti in numerose collezioni private in tutto il mondo.

 

In verità, mi chiedo: cosa facevamo
noi prima di amare
? Fino ad allora non eravamo svezzati?
Ma succhiavamo piaceri grossolani, come poppanti?
O russavamo nella caverna dei Sette Dormienti?
Era così. Tranne questo, tutti i piaceri erano fantasia.
Se mai ho visto bellezza
che ho desiderato e posseduto,
non è stato che un sogno di te.

Ed ora buongiorno alle nostre anime che si destano,
che non si scrutano l’un l’altra per paura;
poiché l’amore frena l’amore di qualsiasi altra vista
e fa di una piccola stanza un universo.
Siano pure andati gli esploratori, per mare, in altri mondi,
abbiano le mappe mostrato, ad altri, mondi su mondi,
lascino possedere a noi un solo mondo, ognuno ne ha uno, ed è uno.

da Il Buongiorno di John Donne (in Songs and Sonnets)

#pitturaaolio #erotismo #poesia

Soft Awakening, 2008

Whiteness, 2011

Young Beauty, 2016

Sweet dreams. 2009

The Pirate Style Bed, 2009

Dormant Light, 2013

Pot-Pourri: Irregolari