“I didn't decide to be a photographer; I just happened to fall into it”.

Il Museo MAN di Nuoro ospita - fino al 21 maggio 2017 - un’imperdibile mostra antologica dedicata alla Street Photography di Berenice Abbott (1898-1991).

Berenice Abbott è ricordata come una delle fotografe più indipendenti del XX secolo. Nata a Springfield (Ohio), la Abbott racconta di un’infanzia solitaria e infelice. Tuttavia, più tardi ha attribuito le sue migliori qualità (la fiducia in se stessa e la forte determinazione) proprio alle sue esperienze sfavorevoli.

Nel 1917 si iscrive a Giornalismo, Facoltà che lascia dopo poche settimane, disgustata dal sistema universitario.

L’anno seguente si trasferisce a New York dove accetta i lavori più diversi: cameriera, filatrice in una fabbrica di tessuti e factotum in una compagnia teatrale. Durante questo periodo si interessa alla scultura, ma ben presto capisce che con quest’arte non è in grado di mantenersi.

Nel 1921, con la speranza di dare una svolta alla sua carriera, compra un biglietto di sola andata per Parigi. Un anno dopo la raggiunge Man Ray (i due si erano conosciuti in precedenza). Lei si offre di aiutarlo nel portrait studio che ha aperto da poco. Lui, che ha bisogno di un buon assistente in camera oscura senza alcuna conoscenza della fotografia, accetta.

Efficiente ed accurata, Berenice Abbott si ritrova ben presto avvolta dalla magia della fotografia. Da sola, comincia a lavorare per lunghe ore per perfezionare le sue tecniche.

Il suo istinto artistico è naturale. La clientela, al pari della sua reputazione, cresce rapidamente. La sua prima solo exhibition Portraits Photographiques si tiene nel 1926. Durante questo periodo viene iniziata alla fotografia di Eugene Atget.

Dopo aver letto America Comes of Age di Andre Siegfried  (L'America diventa maggiorenne), la Abbott decide di tornare a casa. La città nel 1929 è davvero cambiata. Senza dubbio influenzata da Atget che aveva fotografato la vecchia Parigi, il suo primo pensiero è la "vecchia New York" da fotografare in ogni aspetto.

Nasce così la fortuna della Street Photography di Berenice Abbott.

#BAbbott #MostriSacri #fotografia #emancipazione

Berenice Abbott’s photography

Berenice Abbott’s photography

Berenice Abbott’s photography

Berenice Abbott’s photography

Berenice Abbott’s photography

Berenice Abbott’s photography

Pot-Pourri: Agenda Mostre