Inspiration is a gift from the universe, talent is an ability to bring it to fruition and humility is what you should achieve when you share it.
I create my art to keep myself happy

 

Irlandese di Cork e trasferitosi da anni a Londra, Fin DAC si definisceUrban Aesthetic”.

Autodidatta e anticonformista, le sue creazioni combinano tecniche differenti, tipiche della street art da un lato e della pittura classica dall’altro.
I suoi lavori sembrano infatti dei dipinti nonostante siano realizzati attraverso la tecnica dello stencil a cui aggiunge, però, vernice spray e acrilica, creando uno stileatipicodecisamente innovativo, che sfida la convenzionale street art moderna.

L’impronta originale di Fin DAC è a metà strada tra la graphic-novel e le opere di Francis Bacon e Aubrey Beardsley.

Grandi ritratti in cui Fin DAC mescola il mondo giapponese delle geishe, leit-motiv delle sue opere, con elementi della cultura pop e della musica punk, in una fusione armoniosa. Colori vivaci per gli abiti tradizionali etnici abbinati alla moda occidentale per vestire le sue modelle asiatiche o latine.

Grandi superfici per i suoi lavori straordinari, visibili in giro per il mondo (occasionalmente, in gallerie), tra Europa, Stati Uniti e Asia.

Numerose le collaborazioni con famosi brand, tra cui Armani, Red Bull e Jaegermeister.

#FinDAC #streetart
 

Okurimono (“dono” in giapponese)  realizzato a Roma (quartiere Quadraro) per M.U.R.O. il Museo di Urban Art romano 

Damashii a La Tabacalera, Madrid 

Killer Instinct a Portsmounth, Southsea Skate Park - UK

Melnagai ad Ibiza

Las Tres Guerreras a Cartagena - Colombia

Koibito in Croazia 

Pot-Pourri: Urban Art