Parole assurde ed intraducibili, le illustrazioni di quelle parole che, se le vai a tradurre in un’altra lingua, devi usare una frase composta per esprimerne il significato.

Untranslatable Words” è la serie di incantevoli illustrazioni create dall’artista inglese Marija Tiurina per comunicare qualcosa per la quale non esiste un’unica parola.

#illustrazione #linguaggio

Tretar (svedese): "tar" è il caffè; un "Patar" è una seconda tazza. Quindi un "tretar" è la terza tazza di caffè.

Gufra (arabo): la quantità d’acqua che può essere tenuta in una mano.

Tingo (rapanui): l’atto di farsi prestare tutti gli oggetti desiderati da un amico per non restituirli più.

L’appel du vide (francese): la traduzione letterale sarebbe “la chiamata del vuoto”, ma è usata più comunemente per indicare il forte istinto di saltare da posti alti.

Baku – shan (giapponese): una ragazza bellissima solo se vista da dietro.

Schadenfreude (tedesco): il piacere derivato dalle sfortune altrui.

Pot-Pourri: Irregolari