Dopo la laurea conseguita presso l’Art Center College of Design di L.A, Michael Fitzpatrick ha iniziato a lavorare come art director in alcune agenzie pubblicitarie di New York, dove ha cominciato anche a disegnare storyboard per spot televisivi.

Disegno e design hanno sempre rivestito un ruolo importante nell’immaginario di Michael.

Tutta l’attività “commerciale” che ha fatto fungeva da sfondo per il suo vero amore: la pittura. Nei primi anni novanta ha iniziato quindi a prendere sul serio la sua arte. Ha dipinto praticamente ogni giorno da allora. Vanta molti collezionisti in tutto il mondo e diverse mostre in gallerie americane.

Michael dipinge a olio in uno stile figurativo tradizionale, che gli permette di attingere pienamente alla sua formazione classica. Figure femminili, nature morte e paesaggi: quanto a soggetti Michael Fitzpatrick si è misurato con diversi temi.

Il mio unico timore è che non potrò mai avere il tempo di dipingere tutte le immagini memorizzate dentro di me". Michael Fitzpatrick ha chiuso la porta alla vita e a una lunga carriera nel dicembre del 2006.

Resta il mondo che ha visto e dipinto, creando una straordinaria serie di opere che racchiudono l’essenza delle terre e delle culture che ha abbracciato: i viaggi alla penisola del Capo, le capitali europee, i paesaggi della Toscana, i quartieri di Tokyo, fino al profondo cuore dell'Africa.

#arte #pitturaaolio

A Day in a Life II

Getting Ready

This is how I Roll

A Day in a Life I

Victoria Sleeping

A Day in a Life III

Pot-Pourri: Arte Contemporanea