New York negli anni '80 era una città molto diversa.

New York in the 80s: A Photographic History è un libro di Steven Siegel che documenta alcune di queste drammatiche differenze: dalla pre-Disney Times Square alle metropolitane “dominate” dai graffiti, alle vivaci ma non organizzate sezioni di Manhattan, passando per le rovine del South Bronx fino al World Trade Center pre undici settembre.

Le immagini sono caldamente nostalgiche, a volte profondamente inquietanti, altre volte semplicemente una rivelazione di quanto New York sia cambiata in pochi decenni.

La New York degli anni '80 era un luogo spigoloso, rischioso, più sporco e più teso. Nonostante questo - o forse proprio per questo - la New York degli anni '80 era anche caratteristica e idiosincratica in modi che oggi non è più possibile vedere: spontanea, effimera, incredibilmente eterogenea e al tempo stesso tollerante; aveva un senso di libertà che è stato perso dopo l’attacco alle Torri Gemelle e che probabilmente non sarà mai recuperato.

Una città più sicura, in una certa misura, arriva al prezzo di una perdita di apertura. Viceversa, il nervosismo degli anni '80 ha avuto un costo umano e sociale spaventoso.

Lo scambio tra apertura e sicurezza si riflette in maniera letterale in molte immagini. Alcune delle foto di quell'epoca sono state scattate dalle cime dei ponti e all'interno di proprietà chiuse al pubblico. In quell'epoca molti di questi siti erano accessibili. Forse non è necessario far presente che attualmente un fotografo itinerante non dovrebbe tentare di esplorare queste zone. La probabile conseguenza sarebbe la perdita della capacità di passare agevolmente attraverso i controlli di sicurezza.

Times Square è, in qualche modo, emblematica dei cambiamenti e dei compromessi che si sono verificati a New York negli ultimi decenni (per altri versi invece non lo è, perché Times Square è il quartiere centrale degli affari della città, non un semplice quartiere). In ogni caso, nessuno può rimpiangere la perdita dello squallore e del degrado della vecchia Times Square, ma la nuova Times Square è sterile e aziendale, con tutto il carattere di un centro commerciale.

Naturalmente queste sono generalizzazioni, utili ma limitanti. La Grande Mela è un posto così enorme e complesso che si dovrebbe esitare a fare di tutta l’erba un fascio, e tanto meno a tentare di spiegare le complicate forze che hanno plasmato la città negli ultimi anni. Le foto “parlano” chiaramente. Se le immagini mostrano qualcosa su New York, è la sua diversità sorprendente. New York non è una città, è una raccolta di centinaia di quartieri. Ognuno ha il suo delicato tessuto sociale. Non si può conoscere New York, o capire New York, senza esplorare tutti e cinque i distretti.

#fotografia #historia

Steven Siegel New York street photography 80s

Steven Siegel New York street photography 80s

Steven Siegel New York street photography 80s

 

Long Island Expressway

Old Times Square storefront

South Bronx, 1982

 

Pot-Pourri: Fotografia