Alexandra Demenkova (classe 1980) è una fotografa documentarista di stanza a San Pietroburgo.
Per lei fotografare è una vocazione, un’artemagicache consente, in un tempo piccolissimo, di raccontare realtà tanto complesse, talvolta inimmaginabili.

Russia, Cina, Georgia, Turchia e Spagna: Alexandra Demenkova documenta le difficili condizioni di senzatetto, comunità gitane, migranti e gente comune che vive in piccoli centri abitati nel bel mezzo del nulla, luoghi complicati perfino da raggiungere.

Ha visitato villaggi sperduti negli enormi territori della Siberia, dove il freddo è insopportabile anche nelle stagioni miti e l’inverno può portare temperature fino a meno trenta gradi sotto zero, anche per tre mesi consecutivi.

A Tver, una regione della Russia centrale, Alexandra Demenkova ha visitato alcuni villaggi dove la gente vive senza conoscere altro al di fuori di ciò che il loro sguardo può abbracciare, senza sogni e ambizioni; dove cultura e tecnologia sono solo parole sconosciute ai più e i bambini crescono senza alcuna speranza di una vita diversa.

“Non c'è vita sociale... si incontra solo disperazione, abuso di alcol, criminalità e solitudine”. Eppure, solo qualche centinaia di chilometri separa questi villaggi dalla capitale.

“A volte senti che, nonostante il fatto che parli la stessa lingua e popoli lo stesso paese, questo è un pianeta diverso; c’è un tale abisso tra i due modi di vita”.

Nascere lì significa, quasi sempre, smettere di sognare.

#fotografia #Demenkova #gitaneo

Alexandra Demenkova - serie “LUDA”, GORELOVO, SAINT-PETERSBURG - KRASNODAR KRAI, 2013

Alexandra Demenkova - serie HOMELESS. KINGISEPP, SAINT-PETERSBURG REGION, 2006

Alexandra Demenkova - serie ARSENTYEVICH, ZUBOVO, ARKHANGELSK REGION, 2013

Alexandra Demenkova - serie POKROVKA, NOVOSIBIRSK REGION, 2010

Alexandra Demenkova - serie GYPSY CHILDREN. ISKITIM, NOVOSIBIRSK REGION, 2006

Alexandra Demenkova - serie TERRITORY OF BROKEN DREAMS. TVER REGION, 2007

Pot-Pourri: Fotografia