Lisa Adams è un’artista autodidatta, che vive in una remota proprietà nell'entroterra della Sunshine Coast - Australia. Lavora 6 ore al giorno, 6 giorni alla settimana, nascosta nel suo studio.

Lisa Adams si trova saldamente al di fuori dall’art establishment. Usa la distanza per produrre spiritosi punti di vista sulle moderne prospettive.

Il suo approccio è scrupoloso: inizia con una chiara immagine mentale del dipinto, che poi cerca di rappresentare su tela. Parte da fotografie dettagliate, preferendo le sue, spesso in qualità di modella per il marito, il fotografo Kim Guthrie.

I suoi soggetti sono grandi panorami che includono immagini ed elementi improbabili: un cacciatore in pantaloni alla zuava prende di mira delle anatre in volo disposte in un punto interrogativo, corna che si trasformano in fucili con mirino telescopico, una donna a grandi passi nel deserto si dà all’arte della divinazione.

Lisa Adams dipinge con lentezza; un quadro richiede in genere alcuni mesi per dirsi completo.
La sua mancanza di formazione si è dimostrata molto vantaggiosa. Come lei stessa spiega, “credo che mi ha insegnato la fiducia in me stessa e a far fronte all'isolamento e alla disciplina necessarie per essere una pittrice”.

I critici hanno usato parole come surrealismo o realismo magico per descrivere il suo lavoro, ma nessuno dei due termini si sposa bene con Adams.

Quando ha cominciato a esporre, ammette di essersi sentita sorpresa e un po’ delusa dal fatto che la gente era così preoccupata e curiosa degli aspetti tecnici.
La pittura è un fatto personale. “Per lo più il lavoro è circa i miei sentimenti e le mie esperienze del mondo. Tutte le mie opere sono singole quote di un autoritratto”.

Sulle sue tele meticolosamente lavorate, la pittura ad olio può far diventare vero l’impossibile.

#LisaAdams #arte #pitturaaolio

Side-Saddle

Inquisition

Slow

Revelation

Divining

Lovers

Pot-Pourri: Arte Contemporanea