L’artista e film-maker belga Vincent Bal un giorno, fissando l'ombra della sua tazza di tè, è inciampato in una figura molto simile ad un elefante. Questo episodio gli ha dato l'idea di Shadowology, una serie di doodles o scarabocchi che interagiscono con le ombre di oggetti semplici e di tutti i giorni: una banconota o alcuni cubetti di ghiaccio, ad esempio, possono trasformarsi in una chiesa e in una donna; i filamenti di una lampadina creano il contesto "drammatico" per una fuga frenetica...

Vincent Bal disegna alcune linee e ottiene la sua immagine. “Sono le ombre che mi ispirano”, dice Bal. La sua libera “lettura” delle ombre significa che le possibilità per creare nuovi disegni sono infinite.

I suoi sketch sono veloci, leggeri e giocosi. Shadowology è un modo molto puro per rilasciare i “succhi” creativi.

#illustrazione #creative

Shadowology by Vincent Bal

Shadowology by Vincent Bal

Shadowology by Vincent Bal

Shadowology by Vincent Bal

Shadowology by Vincent Bal

Shadowology by Vincent Bal

 

Pot-Pourri: Irregolari