Silvia Garzena, una laurea in legge e tanto coraggio da vendere! Classe 1972, vive attualmente a Pavia ed è madre di due bambini.

Con la sua arte pittorica Silvia racconta delle storie, si mette alla ricerca del cuore del soggetto per far emergere sia il suo legame con l’esterno, sia la sua lontananza.

E’ come se i soggetti “sfruttassero” l’artista per rivelarsi, per raccontare emozioni intime: paure, disagi e un senso di appartenenza che fatica a esprimersi.

Quelle di Silvia sono storie “minori”, stati d’animo di apparente difficoltà.

Una pittura torbida e malinconica, Silvia non evade dalla realtà ma attraverso i suoi occhi e le sue mani, la dipinge. Citando il Merleau-Ponty de L'occhio e lo spirito, “è prestando il suo corpo al mondo che il pittore trasforma il mondo in pittura”.

I suoi quadri possono essere abitati: lʼatto della visione è un prendere-parte, un essere coinvolti in ciò che si ha davanti, quand’anche si tratta “solo” di mollette per il bucato!

La sua pittura celebra l’enigma della visibilità, fissa e irrequieta.

#arte #pitturaaolio

Sorella

Io sono pronta

I-sola

A sudden farewell

Spfn4

Anch io

Pot-Pourri: Arte Contemporanea