Centodieci fotografie a colori. Il punto di osservazione è quello di Charles Traub che nel 2004 raccoglie le immagini catturate dal suo obiettivo a partire dagli anni Ottanta.
Per quasi vent’anni conservate in una scatola - senza alcun legame tra loro - a un tratto sono diventate un nuovo progetto del reporter americano.

Di Charles Traub si è già trattato a proposito di "Dolce Via" - il racconto dell’Italia anni Ottanta, appena finito l'incubo degli anni di piombo.

Di strada ne fa tanta Charles Traub dalla sua prima personale alla Light Gallery di New York - di cui diventa direttore e presenta molti fotografi divenuti poi famosi: William Klein, Luigi Ghirri, Ray Metzker, Mario Giacomelli e Louis Faurer tra gli altri.

Vent'anni di viaggi e vita frenetica tra Estremo Oriente, Brasile, Haiti, Marocco: da quei viaggi nasce “In the Still Life”.

E’ il nuovo interesse di Traub per le nature morte nella pittura che riporta la sua attenzione alle immagini gelosamente custodite senza saperne cosa fare: foto scattate "on the fly" - al volo - che immortalano la vita di tutti i giorni di persone comuni, da Tokyo a Rio, da New York a Tel Aviv.

Tutti "still lives", momenti catturati per strada dall’occhio attento del fotografo “giramondo”. In the Still Life è storia sociale raccontata per immagini - struggenti, ironiche e a volte divertenti - della Condizione Umana di fine secolo scorso.

#CTraub #fotografia

In the Still Life by Charles Traub

In the Still Life by Charles Traub

In the Still Life by Charles Traub

In the Still Life by Charles Traub

In the Still Life by Charles Traub

In the Still Life by Charles Traub

Pot-Pourri: Fotografia