Artista francese classe 1942, Francine Van Hove vive e lavora a Parigi.
Ha insegnato disegno per poi dedicarsi completamente alla pittura.

Dalla sua prima mostra personale nel 1971 le sue opere continuano a suscitare un enorme interesse da parte del pubblico; molto conosciute in Europa, sono state esposte anche in America e in Giappone.

Francine Van Hove raffigura l'universo delle donne ispirandosi al mondo dell’arte e della letteratura, oltre che a scene di vita quotidiana: bellezza, eleganza, sensualità e un delicato erotismo trovano espressione nelle sue opere.

La Tour, Ingres, Degas, la pittura fiamminga e quella del Rinascimento italiano sono i suoi riferimenti.

Francine Van Hove ama dipingere modelle dal vivo che con disinvoltura si dedicano a piaceri semplici eimmobilicome la lettura o la pausa del tè.
Le giovani donne in pose molto naturali comunicano l'esistenza di una sottile e squisita linea di demarcazione tra l'ordinario e lo straordinario. Spesso sole e in topless, a volte malinconiche, proibiscono l’accesso alla loro interiorità.

I dipinti ad olio di Francine Van Hove catturano la realtà in maniera precisa e raffinata: i giochi di luce, la perfezione dei gesti, la ricchezza dei dettagli donano un’armonia disarmante alle scene raffigurate, che risvegliano una sensazione di meraviglia. Sono scene piene di naturalezza e normalità in un’atmosfera irreale, senza tempo.

Una rappresentazione della femminilità e dell’intimità, quella di Francine, che si distingue per quell’alone di mistero sempre conservato dietro un’apparente semplicità.

I lavori di Francine Van Hove vengono molto frequentemente riprodotti in stampe o litografie e utilizzati per le copertine di libri.

#FrancineVanHove #arte #erotismo #pitturaaolio

Le chapeau de Suzy

La château de cartes

Tête bêche

Les Guêtres

Temps suspends ton vol

Un peu de rouge

Pot-Pourri: Arte Contemporanea