Emozione è la parola chiave per definire gli scatti di Michal Zahornacky, fotografo slovacco autodidatta, classe 1988.
Che sia gioia, tristezza o rabbia, Michal Zahornacky ha trovato la strada per esprimere i propri sentimenti: la fotografia

L’Immaginazione è il canale del quale si serve per realizzare potenti atmosfere surreali - molto spesso preparate sul set - che la sua predilezione per il bianco e nero contribuisce a rendere ancor più loquaci.

L’Essere Umano è ogni volta protagonista delle metafore con cui Zahornacky racconta le sue storie: ritratti di donne o uomini che rappresentano pensieri e stati d’animo non sempre facilmente interpretabili.

Tra i suoi progetti, “Dream” è il più rappresentativo dell’arrendevolezza dell’uomo di fronte a una realtà che crea disagio e la sua conseguente scelta di trovare rifugio in un mondo alternativo e consolatorio, quello del sogno, appunto.

Un invito ad ascoltare il silenzio del mondo che in “Poems” pare trasformarsi in comprensione e anelito a superare i propri limiti per scacciare, poeticamente, i pensieri “cattivi”.

#fotografia #MichalZahornacky #surrealismo

Conscience

Awaiting The Truth 

Other Life (serie Dream)

Learn To Fly (serie Poems)

My black sun

I Want to Say (serie Poems)

Pot-Pourri: Fotografia